Il cuore e il pene di una balenottera azzurra

Doveste passare per il Royal Ontario Museum a Toronto, in Canada, potreste ammirare qualcosa di enorme ed insolito. Non parlo ovviamente del fondoschiena di Kim Kardashian ma di un imponente cuore di balenottera azzurra (Balaenoptera musculus).
© The Royal Ontario Museum
I numeri del cuore

Questi animaletti possono raggiungere i 33 metri di lunghezza e le 180 tonnellate di peso. In proporzione ad un corpo tanto massiccio il cuore non poteva certo essere da meno, ma per renderci conto di quanto sia effettivamente grande ecco alcuni dati:

– Le dimensioni sono circa 1,8 m x 1,5 m

– La frequenza cardiaca media è di 10 battiti al minuto e può essere rilevata a 2 miglia di distanza

– Il cuore di una balenottera azzurra pesa 640 volte il cuore di un uomo, parliamo di una massa intorno ai 180-200 kg, sul web varie immagini riportano un peso di 600 kg: mai vero.

– Le stesse immagini dicono che un uomo potrebbe nuotare nell’aorta ma questa, oltre ad essere un’idea raccapricciante, non è la verità, l’aorta misura circa 23 cm di diametro.

– La quantità stimata di sangue pompato per battito è 220 litri!

– Date un occhio a questo per capire di cosa stiamo parlando e per avere alcuni dettagli splatter sul processo di estrazione e preparazione del cuore.

 

Altre curiosità
Come informazione bonus, non legata al cuore, vi dico anche che un cucciolo di balenottera azzurra appena nato pesa quanto un ippopotamo e ha le dimensioni di un’orca adulta.
Non sono riuscito a trovare un’immagine decente di un cucciolo di balenottera azzurra quindi accontentatevi di un una dolcissima mamma megattera&son. © https://www.wildaboutwhales.com.au/

Una ricerca ha mostrato come i cuccioli di megattera e le loro madri comunichino sussurrando.  Verosimilmente questa strategia è adottata anche da altre specie di balena e servirebbe per non attirare l’attenzione di potenziali predatori, come le orche. Volete sentire cosa si dicono? Eccovi qui una registrazione:

 

Un cucciolo di balenottera azzurra può bere oltre 600 litri di latte materno al giorno e arriva a crescere circa 1 metro al mese. Il latte di balena risulta essere molto grasso, per prevenire la dissoluzione in acqua, adattamento richiesto dalla “particolare” modalità di allattamento in immersione [1].

La maggior parte delle specie di balene sono poligame. Durante la stagione riproduttiva possono accoppiarsi con una media di sette partner per aumentare la probabilità di gravidanza. Quindi arriviamo al punto che stavate aspettando e, come già fatto per gli squali, parliamo di peni! Oltre al cuore, infatti, anche il batacchio delle balenottere è da Guinness World Record: 3 metri di felicitá e 30cm di spessore portati con orgoglio! L’argomento è tanto importante da avere una pagina di wikipedia dedicata.

Pene di balena franca australe (Eubalaena australis). © http://www.marianojed.fotonat.org/

Missione Scienza vorrebbe istituire le balene come simbolo dell’amore in ogni sua sfumatura. Come direbbe De Andrè, simboli “dell’amore sacro e dell’amor profano”, in quanto dotate di un grande cuore e di un grande… Vabbè avete capito.

Al prossimo articolo qui su Missione Scienza!

 

Giovanni Cagnano

Plant Breeder di mestiere, divulgatore per hobby. Il mio percorso di studi comincia con Biotecnologie Agro-Industriali a Ferrara per proseguire a Perugia nella magistrale di Biotech Agrarie. Dopo un Erasmus in Danimarca in cui ho lavorato al mio progetto di tesi, mi è stato offerto un Industrial PhD finanziato da una borsa Marie Skłodowska-Curie presso l'azienda sementiera DLF. Sono attualmente rientrato in Italia per lavorare come breeder.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *